venerdì 6 aprile 2012

Ricette semplici per cuochi impediti: Pan di Spagna con crema al cioccolato e panna


Tempo fa un lettore mi mandò una mail in cui definiva il mio un “blog gay”… scherzando io gli risposi che non avevo idea dei gusti sessuali del mio blog… Ora però a furia di postare ricette mi sa che tra poco qualcuno comincerà a definire il mio un blog di cucina…


Ma veniamo alla ricetta di oggi: l’altro giorno era il compleanno di uno nei miei più cari amici ed ovviamente ho pensato di fargli una torta, che come ogni torta di compleanno che si rispetti è bene sia senza candeline, perché se l’età del festeggiato la sanno tutti è comunque meglio non lasciare prove in giro :)



Come ricetta ho scelto la più classica delle classiche: il pan di Spagna farcito con crema pasticcera al cioccolato e decorazioni di panna…


Per il pan di Spagna: 150 grammi di farina, 150 grammi di zucchero, 5 uova, 1 bustina di vanillina, 1 pizzico di sale.


Per la crema: 400 ml di latte, 100 ml di panna, 150 grammi di zucchero, 100 grammi di cioccolata fondente, 50 grammi di farina, 6 tuorli d’uovo, 1 bustina di vanillina.


Bagna per la torta: Latte e Nesquik 1 bicchiere e mezzo (2 cucchiai abbondanti ogni bicchiere di latte).


Cominciamo con la preparazione del Pan di Spagna: innanzitutto mettete in una terrina le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale (non dimenticate mai di metterlo nei dolci, è essenziale) e con le fruste elettriche mescolate per una decina di minuti fino ad ottenere un bel composto omogeneo e soffice, aggiungete poi farina e vanillina setacciate e mescolate il tutto bene.

Versate ora il composto in una tortiera imburrata e infornate a 180° per 40 minuti (non aprite il forno prima dei 40 minuti altrimenti il dolce si sgonfia), dopo i 40 minuti controllate la cottura con uno stuzzicadenti al centro e se necessario reinfornate per qualche altro minuto.

Piccola nota: se andate di fretta o non avete voglia o tempo di accendere il forno potete anche usare un Pan di Spagna di quello precotto che si vende nei supermercati, io qualche volta l’ho fatto e per fortuna nessuno ha notato la differenza, ma in questo caso ricordate di preparare la torta il giorno prima perché questi Pan di Spagna sono molto secchi e servirà tempo affinché assorbano bene gli umori della torta :p


La preparazione della crema l’avevo già spiegata un po’ di tempo fa, ma ripeterla non fa male visto che in questo caso cambiano dosi e qualche ingrediente: In una pentola mettete i tuorli d’uovo e lo zucchero, mescolateli bene e poi aggiungete la farina gradualmente, quando avrete un composto omogeneo versate un po’ di latte (un bicchiere) per diluire leggermente il composto.
Mettete il restante latte in un pentolino con la vanillina e la panna; portate il latte sul punto di ebollizione e toglietelo dal fuoco.
Ponete ora su fuoco lento la pentola con uova, zucchero e farina; gradualmente aggiungetevi il latte caldo e continuate a mescolare finché la crema non si addensa a questo punto versate i 100 gg di cioccolata fondente tagliati a piccoli pezzetti e continuate a mescolare finchè non si scioglieranno ed amalgameranno con la crema. Mettete ora il composto a raffreddare e solo da freddo sarà pronto.


Se siete sopravvissuti fin qui il più è fatto. Quando sia il Pan di Spagna che la crema si sono freddati, con l’aiuto di un coltello abbastanza lungo e tagliente tagliate il Pan di Spagna in tre dischi, ponete il primo disco sul piatto da portata e bagnatelo bene, ma non troppo (circa mezzo bicchiere), con il latte e Nesquik, poi cospargetelo con 1/3 della crema che avete preparato; ponete il secondo disco e ripetete l’operazione, in fine ponete anche il terzo disco e dopo averlo bagnato cospargete anche questo di crema… in fine per decorare potete usare come ho fatto io della panna per i bordi e per la superficie, a me piace molto sia il contrasto di sapore che di colore tra la panna e la crema al cioccolato :)


PS quando montate la panna non dimenticate di aggiungere un po’ di vanillina, le darà un tocco aromatico in più ^_^


PPS non meravigliatevi se dopo che l'avrete messa a tavola la torta sparirà in breve tempo... è del tutto normale :p

6 commenti:

  1. il Pan di Spagna si presta a essere farcito in molti modi, anch'io lo uso spesso, e non ho dubbi sull'effetto collaterale che hai citato per ultimo ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si Guchi il pan di Spagna è versatilissiomo e lo si può riempire con qualsiasi cosa, da piccolo mi ricordo quando mamma lo farciva con la nutella :)

      Elimina
  2. Io una volta mi cimentai con il pan di Spagna, impasto tutti gli ingredienti li metto nella tortiera poi in forno aspetto con il cronometro la cottura, lo sforno e con mia incredulità mi accorgo di essere riuscito a fare una scultura d'arte moderna, metà della torta era rimasta attaccata alla teglia mentre l'altra metà si era staccata formando una curva parabolica tipo quella delle piste per automobiline, da allora non l'ho più fatto e penso che opterò per quello precotto.:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti a volte capita che assuma forme strane, a me succedeva spesso le prime volte che l'ho fatto, poi scoprii che avevo sbagiato nelle quantità di lievito :p Comunque il pan di spagna è come un soufleu se si apre il forno in anticipo o se ci sono bibrazioni troppo forti si sgongia :(
      Quello precotto è una valida alternativa, basta non dire che l'hai comprato e se è buona la crema nessuno se ne accorge :p

      Elimina
  3. Che fameeee! :D :D ...che voglia di dolci! ...ma bisogna preparare il fisico x l'estate! :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io è un mesetto che ho smesso la dieta, ma dopo Pasqua ricomincio... "l'estate si avvicina" come cantava qualcuono tempo fa...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...