mercoledì 27 luglio 2011

Citazioni...

La Bibbia contiene sei ammonimenti agli omosessuali e 362 ammonimenti agli eterosessuali. Ciò non significa che Dio non ama gli eterosessuali. È solo che hanno bisogno di più controllo.”

Lynn Lavner


Niente di nuovo sotto il sole, come da previsione bocciata la legge contro l’omofobia in Parlamento…

Ora però se permettete un ammonimento lo faccio io al nostro Parlamento: basta così, la gente vuole un’Italia veramente laica in cui si pensi ai diritti di tutti e in cui tutti siano tutelati… le posizioni prese in partenza al fine di non scontentare la bieca morale pseudo religiosa ha sinceramente stancato… quando ve ne accorgerete sarà sempre troppo tardi…


28 commenti:

  1. Sante parole, figliolo, sante parole !

    RispondiElimina
  2. Sinceramente non so dove andremo a finire e questo non mi piace affatto.

    RispondiElimina
  3. dove andremo a finire? con la merda che ci sommerge... già ora ci arriva al collo e, sinceramente, non mi sento ottimista sul futuro.

    RispondiElimina
  4. E si BIMBO, questa è una citazione d'autore :p

    RispondiElimina
  5. @ RANO & GUCHI mi sa che la direzione è realmente quella spero solo che alla fine ci si fermi almeno in millimetro prima di annegarci dentro...

    RispondiElimina
  6. Sai cosa è la cosa più paradossale? Che questo parlamento fa leggi a persona e anticostituzionali quotidianamente per il presidente del consiglio e per tutto ciò che lo riguarda e poi quando si deve operare per tutelare una categoria soggetta ad ogni infamia (inclusa quella di aluni politici e clericali) per tutelarne i diritti costituzonali, si dice che si tratta di procedimenti che violano la costituzione... non è assurdo?

    Ma la cosa più assurda è che il PD fino a qualce giorno fa, sperava in un'alleanza con l'UDC, ora, dopo quest'ultima delusione, mi auguro che la sinistra italiana apra finalmente gli occhi e capisca che certe alleanze vanno contro alle ideologie di movimento e pertanto decida di accantonare l'idea, se così non fosse neppure questa volta darò loro il voto e annullerò la mia scheda, perché a differenza dei politici, io non tradisco la mia ideologia per niente almondo.

    RispondiElimina
  7. Condivido in pieno Maj. Il problema è che per vincere le elezioni bisogna attingere sempre e comunque all'elettorato cattolico. Quindo, o si matura come Paese nella sua interezza, o non cambieranno mai le cose!

    Io, intanto, sto preparando la valigia...

    RispondiElimina
  8. Quindo... Cappitto mi hai?!?!

    RispondiElimina
  9. Sei sicuro che la gente voglia un'Italia veramente laica ecc ecc? A dire la verità, a me sembra il contrario...

    RispondiElimina
  10. credo che finchè non ci sarà un'indignazione popolare tipo la spagna il nostro paese non legifererà mai in modo laico.

    RispondiElimina
  11. quando nel 2000 e passa si parla ancora di certe cose...sinceramente mi sconcerta.
    Ma d'altronde lo zoccolo duro dei cattolici è ancora ben presente ovunque. Parlavo oggi con una collega che segue alla lettera le indicazioni del vaticano...valla a capire.

    RispondiElimina
  12. Questo è sacrosanto FRANCESCO, se c’è qualche legge che viola il diritto di uguaglianza dei cittadini che sancisce la nostra costituzione certo non sono leggi volte a salvaguardare e proteggere le minoranze, ma quelle ad personam… ma guarda caso su quelle nessuno si pone il problema di incostituzionalità…
    Il PD così com’è non mi piace e non mi convince, non ha un’anima sua, ma barcolla da una parte all’altra seguendo alternativamente a seconda del caso le varie anime che lo compongono… un partito deve avere una sua identità precisa con dei punti chiari e netti, cosa che qui, mi spiace, ma non c’è!

    RispondiElimina
  13. Purtroppo MIKY l’elettorato cattolico è ben numeroso e quello segue le linee guida della chiesa, se si vuole attingere a quei voti non si può “infastidire” più di tanto la chiesa ed il risultata è questo sotto gli occhi di tutti… Purtroppo dove la chiesa si permette di affermare che i diritti gay non sono diritti umani cosa si può pretendere?

    RispondiElimina
  14. Beh XIE sinceramente l’idea che mi sto facendo sentendo le opinioni della gente in giro, anche di chi si definisce credente, è quello di volere una netta divisione tra stato e chiesa… cosa che in teoria le nostre leggi prevedono, ma che di fatto non esiste proprio…

    RispondiElimina
  15. AMOON su questo hai ragione, ma dubito che il popolo italiano sia maturato tanto… di cero c’è una voglia di cambiamento, molto più palpabile che in passato, ma non certo ancora a questi livelli…

    RispondiElimina
  16. Purtroppo DAFFODIS questa tua collega non è la sola, sono in tanti a comportarsi allo stesso modo e si meravigliano pure quando invece sentono che tu preferisci ragionare con la tua testa e prendere le tue decisioni da solo, quasi come se stessi compiendo un sacrilegio…

    RispondiElimina
  17. Niente non riesco a commentare senza dire milioni di parolacce!

    RispondiElimina
  18. Tranquillo STILL… è un istinto comune a molti di noi questo…

    RispondiElimina
  19. Mah... non è tanto la morale religiosa ad influenzare i partiti. Anche quella, ma non solo. Ce ne sono di leggi non cattoliche che però sono passate già trent'anni fa.
    Qui il problema è che i partiti cavalcano il "comune sentire". Per il comune sentire i gay sono "froci, checche, viziosi, malati, non normali" o quando va bene "poverini da aiutare".

    Cavalcano questo sentire: il Berlusca, attaccato su Ruby rispose "almeno a me piacciono le donne" e tutti giù ad applaudire. In Italia osanniamo i puttanieri, l'uomo macho, gli stronzi da "Uomini e donne", quelli come Corona: ladri ma invidiati per tutta quella figa che han tra le mani.
    Quindi un partito che difende i gay ha sempre paura di essere impopolare.

    Poi si, c'è l'ingerenza cattolica, ma non ci credo più poi molto a questa versione. Il 90 e passa per cento è battezzato ma circa il 20% pratica e neppure troppo convintamente. Ai politici farebbe più comodo accontentare la maggioranza che della chiesa se ne frega, eppure...

    Date retta a me: han paura che a star dalla parte dei froci si perdano le elezioni...
    Come da sempre si ha paura a star troppo dalla parte dei poveri...

    RispondiElimina
  20. P.S: L'aforisma in apertura è esageratamente bello!

    RispondiElimina
  21. @Maj: ma, sai, anche la chiesa puù cambiare e cambierà! Non dimentichiamoci che varie confessioni di stampo cristiano ordinano sacerdoti donna, giusto per fare un esempio...

    @(In): ma lo sai che non sono mica troppo convinto che il comune sentire è quello? Pensa che nella vicina Francia i favorevoli al matrimonio tra persone dello stesso sesso sono circa il 57% della popolazione... Secondo me, se ci fosse un presidente che comincia a dire che non c'è nulla di male, gli italiani si adeguerebbero... La qual cosa non so se è del tutto positiva... :/

    RispondiElimina
  22. Sai (IN) io a volte ho la sensazione che il nostro sia un popolo di gente un pò ipocrita che di facciata è disposta a dire di credere nei principi della chiesa e, in pubblico, a difenderli a spada tratta; ma poi quando ci si trova davanti a una decisione concreta da prendere, se essa lo riguarda direttamente (l'aborto, il divorzio, ecc. ne sono un esempio) sceglie in base alle proprie esigenze concrete e valuta i fatti con la propria testa mandando anche a quel paese i principi religiosi se è il caso, se invece non lo riguarda o comunque riguarda solo una minoranza allora prima di decidere, non essendone toccato direttamente, si permette il lusso di considerare i principi religiosi e tutto ciò che regge un’immagine falsa di facciata…
    Il punto, almeno come la vedo io, è che quando l’argomento non ci tocca direttamente siamo tutti religiosi, quando poi siamo bruciati di persona mettiamo le mani avanti, o meglio la testa avanti e non ci facciamo tanti problemi… e la politica le sa bene queste cose quando deve decidere da che parte schierarsi…

    PS Ne sono convinto anch'io :)

    RispondiElimina
  23. Io me lo auguro MIKY anche se onestamente ho i miei dubbi, tante confessioni religiose sono progressiste e liberali e non solo ordinano anche sacerdoti donne, ma celebrano anche matrimoni fra persone dello stesso sesso, la religione cattolica invece non è ne progressista ne liberale e non da spazzi alla discussione nemmeno su argomenti più concreti come ad esempio l’uso del preservativo, figuriamoci poi il riconoscimento delle coppie omosessuali…
    La mia vera speranza è che un giorno la gente cominci a capire che i diritti delle minoranza sono diritti di tutti e che così finalmente cominci a fregarsene delle remore religiose e ad agire invece secondo il giusto…

    RispondiElimina
  24. Speriamo Maj, speriamo davvero...

    RispondiElimina
  25. Dipende da che gente senti, Majin: io al di fuori della mia "cerchia" incontro sempre più gente fondamentalista e bigotta (che siano o no veri credenti è relativo, il punto è che la fede è un'ottima scusa per giustificare determinati comportamenti, della serie: lo dice Dio, che possiamo farci noi??). Quello che voglio dire è che secondo me la gente non la vuole una legge contro l'omofobia, non vuole una legge per i matrimoni gay, non vuole una legge che tolga i crocifissi dai luoghi pubblici, ecc ecc. e questo governo rappresenta l'italia al 100%

    RispondiElimina
  26. Ho lo stesso sentore di XieZhi. Perlomeno, vivendo nella piccola realtà di provincia... la gente ancora ha paura (e non conosce) dei gay.
    La "provincia" è composta da 50 milioni di italiani, contro i 10 di chi vive nelle grandi città. Ce n'è di lavoro da fare...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...