mercoledì 6 luglio 2011

Tempo di vacanze... anche per i gay

È estate e molti si preparano ad andare in viaggio per vacanze. C’è chi deciderà di restare nel nostro paese o chi al contrario opterà per una vacanza all’estero, in questo caso però sarà da tenere in considerazione che non tutti i paesi accolgono i turisti allo stesso modo, specie quelli omosessuali. Di questo se ne è resa conto la Germania che nel suo bollettino diffuso ai turisti tedeschi in giro per il mondo ha deciso di introdurre anche avvisi per i turisti gay al fine di evitare loro di incorrere in inconvenienti molto seri che possono arrivare anche all’arresto.

Molti non pensano quando organizzano una vacanza in paesi esotici come Egitto, Tunisia e Maldive, tanto pubblicizzati nelle agenzie di viaggio e in spot pubblicitari, che in questi paesi l’omosessualità è perseguibile in termini di legge e che quindi se si va in vacanza lì o si lascia la propria vita sentimentale a casa o si possono correre seri problemi...

C’è poi da ricordare che sono ben 55 i paesi al mondo in cui l’omosessualità è illegale e perseguibile in termini di legge, per cui il mio personale invito è quello (visto che noi non siamo tedeschi e il nostro governo non si interessa di darci bollettini ufficiali), se vi recate all’estero, di vagliare bene le leggi locali… insomma una vacanza dovrebbe essere un occasione per rilassarsi e divertirsi non certo un momento da passare dietro le sbarre o in un’aula di tribunale per aver baciato il proprio ragazzo o un bel tipo conosciuto in loco…


28 commenti:

  1. io sono molto fiducioso, magari la carfagna ci farà un pensierino visto che ora è diventata gay friendly

    RispondiElimina
  2. la Germania avrà i suoi bei difetti, ma con questo comunicato il suo governo dimostra di fare ciò che ogni governo di un paese civile dovrebbe fare, ovvero tutelare TUTTI i propri cittadini. mi dispiace, ma io non sono ottimista come Amoon. la Carfagna si è rivelata una bella sorpresa da questo punto di vista, ma è una persona sola in mezzo a un oceano di... (e qui mi autocensuro, che è meglio)

    RispondiElimina
  3. Tu dici AMOON? Onestamente io ho i miei dubbi anche sul sul essere gay friendly... comunque la speranza è sempre l'ultima a morire...

    RispondiElimina
  4. Cara GUCCHI io mi associo in pieno... il nostro governo non farebbe mai un atto apertamente a favore dei gay come un comunicato sullo stile di quello tedesco, sia perchè sarebbe avversato dalla maggior parte dei componenti dell'attuale maggioranza e sia perchè anche una nutrita parte dell'opposizione si unirebbe a loro...

    RispondiElimina
  5. Discorso scemo ma io ancora non mi capacito di una cosa simile. Anche se in italiano non siamo messi poi così meglio!

    RispondiElimina
  6. Majin hai fatto bene a sottolineare questo aspetto, spesso non preso in considerazione

    RispondiElimina
  7. Beh RANO sul fatto che siamo messi abbastanza male non posso che concordare, penso che peggio di noi stiano solo alcuni stati dell'Europa dell'est, ma almeno mai nessuno verà arrestato da noi con l'accusa di esdsere omosessuale... c'è chi invece in altri paesi con questa stessa accusa rischia la pena di morte...

    RispondiElimina
  8. E si FRANCESCO, specie quando si tratta di paesi ad alta affluenza turistica come le Maldive o l'Egitto, la gente è portata a credere che non ci siano problemi nemmeno sotto questo punto di vista... invece le cose non stanno così e certo non saranno le aggenzie turistiche a dirlo ai clienti...

    RispondiElimina
  9. E' vero: di solito quando si parte non si pensa a certe cose perchè, per fortuna, nel nostro paese non rischiamo la galera (almeno questo!!!). Soprattutto in paesi con flusso turistico così elevato come quelli che hai citato, invece, si posso avere seri problemi.
    Hai fatto bene a porre l'accento su questo problema :)
    Very Compliments :D

    RispondiElimina
  10. Eh si in effetti è un aspetto nient'affatto da sottovalutare... per come son fatto io non credo cmq che avrei molti problemi visto che son molto discreto e riservato e non amo particolarmente esternare affettuosità in pubblico... ma comprendo che la linea di confine tra "POSSO FARLO MA NON LO FACCIO" e "NON POSSO FARLO PERCHE' RISCHIO DI FINIRE IN CELLA O PEGGIO E QUINDI MEGLIO CHE NON LO FACCIO" è importante! Detto questo io mi godrò il mio fantastico Salento :) e qui qualche spiaggia ad hoc ce l'abbiamo!

    RispondiElimina
  11. Hai proprio ragione MAJIN! Ero già a conoscenza di questi rischi... In ogni caso io per ora mi sto godendo le estati nella mia splendida regione... in futuro magari mi sposterò nel resto d'Italia o nei paesi europei (tipo spagna o crecia :p) ... se deciderò di andare oltre i confini europei sicuramente mi affiderò a tour operator "friendly"! ...sicuramente potranno consigliarmi bene! :) ...Una buonagiornata! Kissss

    RispondiElimina
  12. Sì, è vero! Da noi non esistono avvertimenti o bollettini ufficiali (figurarsi! Sarebbe chiedere troppo!), Però ho notato che, prenotando online, siti come Expedia, ad esempio, danno la possibilità, nelle ricerche, di scegliere hotel gay-friendly. Senza contare che anche in Svizzera, tour operator, come Hotelplan, ad esempio, propongono proprio mete e viaggi per gay e lesbiche in posti naturalmente gay friendly :)

    RispondiElimina
  13. E già FABIO, è proprio il fatto che si tratta di paesi molto gettonati che fa abbassare la guardia su certi punti, magari non ci si pensa o si crede che il problema sia tutto sommato trascurabile, invece poi si resta fregati ed oltre al rovinarsi la vacanza si rischia anche qualcosa di serio…
    PS credo sia la prima volta che commenti sul mio blog, è sempre un piacere avere gente nuova da queste parti, è da un po’ che seguo il tuo blog anch’io anche se solo come fantasma:)

    RispondiElimina
  14. Onestamente Awkward nemmeno io sono il tipo che ama le effusioni in pubblico, però hai centrato pienamente il senso, un conto è non farlo per una propria scelta e un altro è non poterlo fare perché altrimenti si rischia seriamente…
    Ps il Salento è stupendo, purtroppo non ci sono mai stato, ma tutti gli amici che ci hanno passato le vacanze me ne hanno sempre parlato benissimo e fatto vedere foto stupende, quindi divertiti che dopo la fatica degli esami te lo meriti :)

    RispondiElimina
  15. Beh GUY quella di affidarsi ad un tour operetor friendly è di certo un’ottima soluzione per non incappare in problemi inaspettati, il fatto è però che in molti non lo fanno ed amano la cosiddetta vacanza fai da te (io sono fra questi amo progettare, programmare e prenotare tutto di persona dal volo all’albergo) ed in questi casi si può incappare in problemi tutt’altro che trascurabili…
    Comunque te fai bene che ti godi la tua bella Sicilia, ogni volta che posti delle foto nuove resto sempre incantato, è bellissima :)

    RispondiElimina
  16. Questo è vero KAPPABI anzi io ho addirittura trovato siti in italiano specializzati nel solo turismo queer che riportavano nei loro elenchi esclusivamente alberghi e b&b friendly con le indicazioni anche per eventuali punti aggregazione o locali in zona… il che però si limita ovviamente a quei soli paesi in cui l’omosessualità è legale, il problema sorge quando invece, magari spinti dalla curiosità, spinti da amici etero che ci sono già stati, o semplicemente perché si tratta di un posto che si vorrebbe visitare si finisce, non sapendolo, in una nazione con leggi restrittive nei confronti della libertà sessuale. Io ad esempio non sapevo che l’Esitto fosse tra questi e non ti nego che è un posto che ho sempre voluto vedere…

    RispondiElimina
  17. Eh si, ne parlava anche Amoon, come sempre tutti i paesi europei dimostrano di essere culturalmente più avanzati rispetto al nostro paese.

    RispondiElimina
  18. Si, è la prima volta che commento un tuo post :)
    Infatti il "Very Compliments" finale era riferito non solo al post ma anche all'intero blog :)

    RispondiElimina
  19. Purtroppo è vero BIMBOVERDE e dire che al contrario in questo campo una volta eravamo davvero all'avanguardia... ma che vuoi farci soffocati dala mentalità piccola piccola della nostra classe dirigente (senza fare sostanziali differenze fra destra e sinistra) abbiamo fatto questa fine...

    RispondiElimina
  20. Già STILL, speriamo di svegliarci, ma sopratutto speriamo di svegliarci presto...

    RispondiElimina
  21. Be allora che dirti FABIO... semplicemente GRAZIE! :)

    RispondiElimina
  22. Oddio, che panettone azzurro che vedo... :P

    Scusate, io sempre commenti che nn c'entrano un piffero... :/

    RispondiElimina
  23. Beh MIKY ogniuno commenta la parte del post che più l'ha colpito :p

    RispondiElimina
  24. Su questo argomento, trovo sia molto utile, viaggiando all'estero, l'utilizzo delle guide della Lonely Planet che hanno sempre un capitolo dedicato ai "Viaggiatori Omosesuali". Vengono date indicazioni molto utili per i paesi a rischio e indirizzi piacevoli per i paesi "aperti".

    RispondiElimina
  25. Cos'avrà voluto dire Majin??????

    Touché.... :P

    RispondiElimina
  26. Oh Oh... rileggendo i tuoi commenti di risposta mi sono accorto che hai letto male il mio Nickname xD Vabbè, ti perdono... :) ahah
    Simpaticamente tuo,
    Febo :)

    RispondiElimina
  27. Pensa te che problemi ci dobbiamo fare... una volta si partiva per le vacanze e via. Ora oltre alla valigia stratosferica, le medicine, 18 caricabatteria devo anche preoccuparmi di essere arrestato per aver fatto a limonini in spiaggia!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...