sabato 7 marzo 2009

Quando LA etero ci prova con me...

Oggi assolutamente non riuscivo a concentrarmi a lezione perché un dilemma attanagliava la mia mente…

Sono arrivato ad una conclusione incontrovertibile ossia che mi manca il gene gay! Perché non è possibile che senza che nemmeno io ci provi faccia colpo su una ragazza, mentre i ragazzi (specie quelli che mi piacciono) non mi cagano nemmeno di striscio…

L’ultima della lista è stata la settimana scorsa, quando ho accompagnato una mia amica ad un colloquio di lavoro, lei entra per il colloquio ed io resto in sala d’attesa con la segretaria/responsabile ad aspettarla. Per passare il tempo mi metto a chiacchierare del più e del meno, poi mi accorgo che la conversazione diventa sempre più confidenziale e che lei comincia a fare la carina, si interessa di me, di quello che faccio eccetera, visto che la cosa mi imbarazza sposto la conversazione di nuovo sui “giusti binari”, ma poi ad un certo punto lei se ne esce con una proposta di lavoro, mi offre di venire a lavorare lì con lei perché, dice, che ho una bella voce, un tono accattivante e che a suo parere sarei bravissimo (????); io declino perché il lavoro non mi interessa e sposto l’argomento su tutt’altro anche se lei non molla. Ad un certo punto la chiamano al cellulare, io credo fosse il ragazzo (almeno credo visto che l’ha chiamato tesoro), lei tira a breve e dice che è impegnata e di richiamarla dopo, poi posa il telefono, mi guarda con gli stessi occhioni che fa la mia gatta quando vuole mangiare e fa “scusami continua non volevo interromperti”…

A questo punto solo la mia grande educazione mi ha impedito di scoppiare a ridere, comunque continuiamo a chiacchierare e a un certo punto mi ferma e fa “no, no ma tu devi venire a lavorare qua” e mi offre un altro lavoro (e dalle ma dove stava quando ero al verde questa!), quando rifiuto pure questo ed anche il caffè che mi offre passa all’artiglieria pesante, si alza (ed io penso za**o questa mi violenta), si appoggia alla sua scrivania, accavalla le gambe e mi dice “allora non vuoi proprio venire qui…”. Fortunatamente a questo punto riesce la mia amica dall’altra stanza, in due secondi capisce tutto e a stento anche lei trattiene le risate che poi ci facciamo tutti e due appena attivati all’ascensore…

Che vita grama la mia… comunque almeno mi sono fatto delle belle risate e di certo la mia autostima (a dire il vero piuttosto bassa) ne è stata gratificata…

PS visto che la mia amica ha effettivamente cominciato a lavorare lì mi ha detto che lei si è informata per sapere se fossi fidanzato o meno e che tipo di ragazze mi piacciono (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)

2 commenti:

  1. Beh hai fatto davvero colpo!!! :) :) :) ... chissà cosa avrebbe pensato se le avessi detto che eri gay? :):):)

    RispondiElimina
  2. Una volta, ti patlo di diversi anni fa, quando lo dissi ad una mia amica mi rispose: "ma tutto quanto o solo un poco?" hahahahahaha.... buona domenica :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...