mercoledì 10 aprile 2013

Cartoni animati anni 80 la classifica dei più Queer…



E beh non ditemi che non ci avete mai fatto caso, ma anche agli occhi dei più smaliziati, nonostante la pesante censura che nel Belpaese hanno subito, un’impronta queer è rimasta ben evidente in molti dei cartoni che da piccoli seguivamo… ovviamente mi riferisco a quelli della mia generazione :p
Ecco perché ho deciso di riportare i 5 che secondo me sono i più significativi e rappresentativi…

Al quinto posto si piazza la madre di tutti di tutti i drag king: La principessa Zaffiro, che a rivedere oggi è una vera e propria icona gay ante litteram…

Al quarto posto invece metto di diritto i Puffi… e se qualcuno non ha mai pensato che puffo vanitoso fosse gay beh non so proprio che dire visto che rappresenta tutti gli stereotipi e le macchiettature che da sempre si attribuiscono al popolo gay… in pratica ci mancava solo che l’avesse scritto in fronte…

Al terzo posto, ma primo nel mio cuore, si piazzano i Cavalieri dello Zodiaco… su non ditemi che un’idea sulle tendenze di Andromeda non ve la siete mai fatta? Insomma uno che ha un nome da donna e che indossa l’unica armatura femminile del gruppetto e per di più rosa!!!!
Se ancora avete qualche dubbio allora guardatevi questa scena tratta dall’anime:


Al secondo si posiziona invece la prima lady della classifica: Lady Oscar… Ragazza cresciuta dal padre come un maschio facendola anche vestire da uomo e a cui ha insegnato a comportarsi e a combattere da maschio… Freud ci sarebbe andato a nozze… Pstare la sigla è d’obbligo:


Ed in fine al primo posto troneggia innegabilmente Sailor Moon e tutte le sue amiche/nemiche… Perché? Beh si potrebbe cominciare con la storia d’amore tra Heles e Milena (alias Sailor Uranus e Sailor Neptuno) che però dalle nostre parti Mediaset ha stravolto completamente alterando il doppiaggio e trasformando la loro storia romantica in una specie d’amicizia in nome di una censura che su questa serie ha combinato non pochi disastri.


Decisamente peggio infatti è andata ai cattivi e al povero Zachar in particolare che nella versione italiana hanno fatto passare addirittura per femmina pur di non spiegare la relazione sentimentale con Lord Kaspar… E in fine dove le mettiamo le Sailor Starlight che sono delle drag queen a tutti gli effetti??? Di giorno maschietti e di notte (beh non solo a dire il vero) sexy donnine in pelle nera...
  

Menzione d’onore poi va fatta assolutamente al bistrattato e un pò dimenticato Barone Ashura, il più celebre dei cattivi di Mazinga Z, ma anche una delle figure sessualmente più ambigue della storia dell’animazione dotato com’era di un corpo per metà di donna e meta di uomo…



E per concludere il premio per il maggior contributo dato alla comunità GLBT da un cartone animato va ad Iridella per aver inventato la bandiera rainbow:




14 commenti:

  1. Ma quoto e condivido in pieno questa classifica!!!
    Posso dire una cosa che non c'entra nulla con la classifica? Io sono più legato alla versione della D'Avena per quanto riguarda la sigla di Lady Oscar, quel "Ma in un attimo il silenzio c'èèèè" è da brividi. Detta 'sta stron..ta, ti saluto. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dire tutto quello che vuoi su queste pagine, ti autorizzo io :p
      Io invece ci rimasi male quando ascoltai la seconda sigla per la prima volta... alle sigle a volte ci si affezione più che al cartone animato in se :)

      Elimina
    2. Grazie per la clemenza ^_^

      Io no perché prima d'allora non avevo un ricordo della sigla dei Cavallieri del re e quindi quella degli anni '90 è la sigla con cui ho conosciuto Madamigella Oscar ^_^

      Elimina
  2. mi viene da ridere perchè qualche tempo fa ho letto che in non ricordo quale paese arabo hanno vietato la trasmissione di Sponge Bob perchè, secondo i censori, avrebbe indotto i bambini all'omosessualità... immagino che pensieri simili li avranno fatti anche i censori nostrani, con tutte queste vergognose censure e modifiche! in effetti è un miracolo che ci abbiamo fatto vedere Mazinga Z in cui per il personaggio di Ashura si poteva fare ben poco per censurarlo X°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero a volte i censori sono pazzi, mi ricordo quando in un paese dell'est europa hanno vietato iteletabbis perchè troppo "equivoci"?????

      Si in effetti Ashura se l'è cavata per il rotto della cuffia... in effetto su lui/lei c'era poco da censurare... è il caso di dire che c'è l'aveva proprio scritto in faccia hahahaha

      Elimina
    2. In Goldrake c'era l'equivalente Gandal. Non per niente l'autore e' sempre il Maestro.

      Elimina
  3. Risposte
    1. E si ci siam crescuti tutti con loro :)

      Elimina
  4. proprio sabato degli amici mi spiegavano che sailor moon sono delle ragazze che si trasformano in ragazzi o viceversa. Insomma il primo cartone animato con dei viados :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle sono le Sailor Starlight (delle guerriere di sailor moon), una boy-band che quando si trasforma per combattere il crimine gli spuntano le tette e perdono i gioielli di famighia per inguainarsi in tutine di lattex nere aderenti... mai visto nulla di più queer...

      Elimina
  5. CIOè MI VUOI DIRE CHE QUELLE INQUIETANTI PRESENZE SONO I FAMOSI CAVALIERI DEL RE??? un minuto di silenzio... ps: grande iridella, non mi ricordo una ceppa del cartone MA SOLO IL NOME E L'arcobaleno.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahaha in effetti messi così a mo di ritrattino funebre sono un pò inquietanti ^_^

      In effetti iridella non la ricordavo bene nemmeno io, sono andato a cercarla solo perchè ricordavo la sigla con l'arcobaleno :p

      Elimina
  6. Se i creatori di iridella avessero sospettato... mammamia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahaha... beh però se la sono chiamata ^_^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...