giovedì 25 marzo 2010

Libri...

Qualche tempo fa ho riportato una citazione dal libro di Leavit “La lingua perduta delle gru”:


Ciascuno, a modo suo, trova ciò che deve amare, e lo ama […]; qualunque sia la cosa che amiamo, è quello che noi siamo”.


Proprio pensando a questa citazioni vi ho già elencato i miei 10 film preferiti (o che comunque in un modo o nell’altro hanno rappresentato qualcosa per me), ora volevo riprendere la stessa idea e rappresentarmi con i 10 libri che ho ama di più:







PS ovviamente come l’altra volta chiedo anche a voi quali sono stati i libri che più avete amato o che più vi rappresentano…

24 commenti:

  1. una mia amica ha fatto un post simile. Come ho detto a lei nell'ultimo periodo ho un po' un blocco. Anche se amo il genere thriller il mio libro preferito rimane "Siddartha". Ricordo anche con piacere "donne informate sui fatti" un libro delizioso di fruttero ambientato in piemonte. Un giallo tutto al femminile. Buona giornata

    RispondiElimina
  2. AMOON avevo già sentito parlare di un blocco dello scrittore, ma questa è la prima che sento di un vlocco del lettore... hahaha
    Siddartha è un libro che mi è piaciuto molto, l'ho letto anni a dietro durante i primi anni di università, mentre l'altro non lo conosco proprio.
    Una buona giornata a te, ciao :)

    RispondiElimina
  3. hai visto ultimamente lo scaffale sulla sinistra nel mio blog? e' http://www.anobii.com se ti iscrivi fai la tua libreria scopri compatibilità con altre librerie leggi recensioni ne fai altre tu ecc ecc un modo interattivo per scoprire libri.Ciao Teo

    RispondiElimina
  4. TEO non ci avevo fatto caso.. do subito un'occhiata, mi sembra una cosa molto interessante... vengo subito a dare un'occhiata :)

    RispondiElimina
  5. post interessantissimo, premetto che finirei per essere prolisso ma tu provochi e mi trascini dentro....dunque dunque...
    come già ribadito in altri post il mio libro rimane: ù
    1)Una casa alla fine del Mondo di Michael Cunningham (è stato il primo suo che ho letto, il libro che ho regalato a diverse persone importanti nella mia vita...), ricco di quel pathos da provincia americana in cui ti ci ritrovi e di aderenza, meraviglioso e non rende assolutamente bene.
    2) Il Ragazzo Persiano di Mary Renault (che in questi giorni sto rileggendo e da cui sarebbe tratto il pessimo film con Colin farrell Alexander...) stupenda biografia romanzata ricca di dettagli e in grado di portare perfettamente alla mente il profumo di spezie orientali e l'aria di qualcosa che non c'è più. Unico, lo consiglio insieme a
    3) Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar (non a caso la prima donna eletta alla Académie française) come sopra un romanzo capace di ammaliare e trasportare indietro con immutato fascino.
    4) Generations of Love di Matteo B.Bianchi, il romanzo italiano gay anni novanta in cui un pò tutti ci si è ritrovati.
    5) Favolose Nullità di Lea Tulloch, una girandola di absolutely fashion e viperaggini, provocazioni, astruse e idee e travestimenti degni della migliore Lady GaGa che raccontano la vita di Reality Nirvana, una ragazza favolosa che lavora come selezionatrice all’ingresso di una discoteca, quanto mai attuale sull'importanza di essere qualcuno a tutti i costi L'ho trovato a Roma in una remainder, ma è uscita una nuova edizione 2 anni fa.
    6) La morte della bellezza di Giuseppe Patroni Griffi che narra la storia romantica e crudele, tenera ed erotica di due giovani ragazzi turbati da un'irresistibile attrazione fisica e sentimentale in una Napoli nello scenario desolante. Delle descrizioni sensuali fisiche veramente conturbanti e stupende.
    7)Ernesto di Umberto Saba, uno dei miei romanzi di formazione, la storia di Ernesto appunto e la scoperta della sessualità, purtroppo (e peccato) incompiuto.
    Ok, diciamo va bene così...altrimenti non c'è spazio per gli altri... :)

    RispondiElimina
  6. Questa la passo... cis ono tanti libri che mi son piaciuti in passato.....ma sono anni anni e anni che non leggo piu'... Colpa di internet a banda larga!!! ...... :) :) Kissss

    RispondiElimina
  7. Ora come ora non saprei. Quale mi rappresenta davvero non lo so. Ma ce ne sono stati un sacco che mi son piaciuti e che mi hanno tirato su nei momenti bui. A volte si deve davvero staccare il cervello e andare verso quello che più sentiamo noi in quel momento.
    Uno che mi è piaciuto un sacco è "Un anello da Tiffany", della stessa scrittrice del Diavolo veste Prada. Te lo consiglio è scorrevole ma per niente stupido!

    RispondiElimina
  8. Il libro che mi ha cambiato o almeno è stato cruciale nelle mia adolescenza è stato Il Giovane Holden di Salinger, magari sembra scontato ma è così. E poi qualche grande classico come l'Ulisse di Joyce, The Waste Land di Elliot e non nascondo Harry Potter xD

    RispondiElimina
  9. Un libro di narrativa stupendo (a mio avviso) che lessi quando avevo 14 anni: IL TRENO DEL SOLE. I Libri della Olivia Goldsmith che mi hanno fatto ammazzare dalle risate (pace all'anima sua che è morta sotto i ferri durante un intervento di lifting qualche anno fa) e Levit è uno dei miei preferiti ma a dire il vero non tutti i suoi libri mi sono piaciuti. Baci

    RispondiElimina
  10. MARCONDINO... sei liberissimo di scrivere quando e quanto vuoi su questo blog :) I tuoi commenti sono sempre più che ben accatti...
    Alcuni dei libri che citi li ho già letti e mi sono anche piaciuti molto, altri come Una casa alla fine del Mondo e Il Ragazzo Persiano avevo già intenzione di leggerli (sarà miche che il protagonista del film in ambo i casi era Colin Farrell), quindi li ho aggiunti alla mia lista ufficiale dei libri che voglio leggere :)
    Ciao e a presto :)

    RispondiElimina
  11. Ai ai GUY... però leggere deve essere un piacere, se diventa una costrizione non ha senso farlo, meglio dedicarsi allora ad altri piaceri :P
    Ma vuoi dirmi che nemmeno sotto l'ombrellone apri un libro?!?

    RispondiElimina
  12. Come non darti ragione RANO, la lettura è un mezzo unico per staccare la spina, ti porta per un momento lontano in situazioni e luoghi diversi giusto per quel tanto che basta :)
    PS Del Diavolo veste Prada ho visto solo il film, non ho invece letto il libro... ma se il libro è a livello del film allora questa scrittrice è sicuramente brava :)

    RispondiElimina
  13. PISOLO Il Giovane Holden non è una sceta scontata, anzi è un libro straordinari, ma secondo me va letto rigorosamente da giovani, perchè da grandi si comincia ad avere un'ottica diversa sulla vita e tante sfumature si perdono...
    PS non ho mai letto Harry Potter, ma non ni sono perso nemmeno un film :P

    RispondiElimina
  14. DINO come sempre dimostri gusti molto eclettici, il che è bello, perchè è indice di una bella personalità, non sei per nulla una persona noiosa :P Ciao, un bacione :)

    RispondiElimina
  15. Beh non ci crederai ma molti dei titoli da te amati, rientrano fra i miei preferiti.. uno puoi immaginarlo, l'altro è generation of love matteo B.Bianchi ( autore di cui ho fatto una tesina per un esame di letteratura italiana). Jane eyer l'ho letto al primo anno di università (ti consiglio il grande mare dei sargassi che è la riscrittura del libro della bronte (fatta nel post modernismo) e che racconta la storia dal punto di vista di Bertha)e poi il mio primo libro letto il ritratto di dorian grey colui che mi ha iniziato a tutto. e poi tutti i libri di cui ho parlato e di cui parlerò :)

    RispondiElimina
  16. Sai FRANCESCO leggendo le tue recenzioni di libri e film immaginavo che la mia piccola classifica fosse di tuo gradimento :)

    RispondiElimina
  17. Mi è sempre piaciuto leggere! Ultimamente però alterno momenti in cui leggo un libro dietro l'altro a momenti in cui non riesco a prenderne un mano uno... Adesso comunque è un "periodo di lettura" :)
    Detto questo, ti elenco alcuni dei miei libri preferiti, che ho proprio "divorato": Il ritratto di Dorian Gray, Maurice, i libri di Vasco Pratolini (Cronaca familiare, Cronache di poveri amanti, Le ragazze di Sanfrediano ecc.) i libri di Andrea Vitali (La signorina Tecla Manzi, Olive comprese e altri...), Noi i ragazzi dello zoo di Berlino, Memorie di una
    Geisha, La stanza del vescovo, i libri di Agatha Christie (adoro i gialli!) e posso già includere anche Bejing Story: l'ho iniziato oggi e mi piace molto. Grazie ancora per il consiglio ;)

    RispondiElimina
  18. Si che lo è, e ti assicuro che anche il libro del Diavolo veste prada è davvero molto carino, un pò diverso ma ugualmente divertente, se non di più!

    RispondiElimina
  19. Peccato tu non conosca "Donne informate sui fatti": di quel libro hanno anche fatto una rappresentazione teatrale che credo stia facendo il giro dell'Italia. Blocco del lettore? mi è capitato da quando il mio ex, il tuo sosia, mi ha mollato. Boh....ciao

    RispondiElimina
  20. Beh MUPPY credo sia normale alternare un pò... insomma credo molti dipenda anche dallo stato d'animo, a volte non c'è proprio la testa per leggere... altre invece leggere diventa una valvola di sfogo e perchè no anche di evasione...
    PS anche a me piacciono molto i gialli di Agatha Christie, anche se a dire il vero ho sempre preferito miss Marple a Poirot :P
    Ciao e a presto :)

    RispondiElimina
  21. RANO se mi dici così mi costringi ad aggiungere un altro libro a quelli che voglio comprare... tra poco dovrò chiedere un muto prima di entrare in libreria :P

    RispondiElimina
  22. AMOON ma sto ex che mi somiglia tanto sarà mica quello che ti aspetta oltre macica per le vacanze... ?!?

    RispondiElimina
  23. Anch'io come GUY oggi leggo molto meno che in passato, colpa di internet.. Però tra questi ho letto "La lingua perduta delle gru" e ho visto il film Maurice.. Tu il film l'hai visto o hai solo letto il libro? Il film è molto bello!
    Buon WE Maijn!! Kiss!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...