venerdì 5 febbraio 2010

Quando il principe e il principe vissero per sempre felici e contenti...

Stavolta non vi parlo di nulla di speciale o eccezionale, ne scandaloso, ma semplicemente di un libro per bambini: “King & king”.

È un libro per bambini scritto dall’olandese Linda de Haan e illustrato da Stern Nijland: nella storia la madre di un principe decide che per lui è arrivata l’ora di sposarsi e gli fa incontrare diverse principesse, fino a che lui si innamora, ma non di una delle principesse bensì del fratello di una di loro.

Nel libro l’amore fra due uomini (non si parla di sesso, visto che è un libro per bambini) è presentato come un’eventualità possibile, come un fatto naturale che non suscita clamore né scandalo.

Mi è venuto da pensare a questo libro perché in Francia (anche se fra polemiche varie messe in opera soprattutto dalla destra) si progetta la realizzazione di un libro da distribuire nelle scuole elementari per sensibilizzare già i più piccoli a non guardare all’omosessualità come a qualcosa di tabù o di proibito e quindi ovviamente a non discriminare chi è diverso.

Mi chiedo ora, si penserà mai a qualcosa del genere anche qui da noi? PS la domanda è solo retorica…

15 commenti:

  1. riflessione amara!!!
    Buona giornata bello!!!
    Gabri

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa segnalazione! Lo voglioooooo anche se non ci capirò nulla.

    RispondiElimina
  3. Ovviamente retorica caro MAJIN!!! ...... e vabbe'... questa e' l'italia! ...doveva pur aver qualche difetto questo nostro belpaese? ...... ce ne saranno cose da dire... ma a me piace!! ...bacixxxxx

    RispondiElimina
  4. E' vero GABRI è una riflessione un pò amara, ma il fatto stesso che la comunità della quale fa parte il nostro paese si stia dirigendo in una certa direzione e segno che prima o poi anche noi dovremo farlo, altrimenti finiremmo "fuori dai giochi"...

    RispondiElimina
  5. TEO io so che è edito dalla Tricycle press, ma non so se sia disponibile anche in italia, comunque se ti interessa sappi che della stessa autrice c'è anche il continuo: "King & King & Family"... :) ciao :)

    RispondiElimina
  6. GUY quando mi capita di essere all'estero dico sempre con orgoglio di essere italiano e napoletano in particolare... il fatto è che quando torno a casa nostra a voltre mi capita di dimenticare i motivi di tutto quell'orgoglio... Bacioni anche a te e passa una splendida giornata :)

    RispondiElimina
  7. Bravo MAJ; bella segnalazione. Vedo e rilancio con una storia tutta all'italiana. ma che come accade spesso è iniziata all'estero

    http://quotidianonet.ilsole24ore.com/cultura_e_libri/2008/11/20/134109-inglesi_conquistati_pinguini.shtml

    sei sempre ispiratore di post :-)

    RispondiElimina
  8. Beh.. io da bambino avevo favoleggiato (senza dirlo a nessuno) di un bel principe azzurro che incontra un altro principe azzurro altrettanto bello.. e che i due se ne andavano a vivere da soli felici e contenti.. Ovviamente non sapevo ancora cosa fosse l'omosessualità, però, chissà perchè.. avevo capito che era una fantasia da tenere x me.. Tanto per dire ancora una volta che gay si nasce, non si diventa..

    RispondiElimina
  9. Majin, sei troppo pessimista! Sono certo che entro pochi mesi lo distribuiranno in chiesa insieme a Famiglia Cristiana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è l'unico modo per non fare dire a Celentano che F.C."dovrebbe" chiudere . Sei grande.Luigi43

      Elimina
  10. da noi dovremmo prima di tutto pensare ad un libro da diffondere nelle sacrestie...

    RispondiElimina
  11. Ma grazie PIER :) avevo sentito parlare qualche tempo fa di Gus e Waldo, ma non sapevo fosse stato edito anche in Italia, devo assolutamente passare in libreria a darci un'occhiata :)

    RispondiElimina
  12. Ma dai K@RL che cosa carina... io da piccolo amavo solo le storie di paura :P
    PS anch'io da piccolo pur non sapendo cosa fosse l'omosessualità e non avendo idea di cosa ne pensasse la gente tenevo per me le mie pulsioni e non ne facevo parola con nessuno... il fatto è che è proprio la mancanza di esempi come questo che fanno pensare ai ragazzini "un pò diversi" di essere fuori dalla normalità...

    RispondiElimina
  13. Tu dici ROCCIA... in effetti quale strumento migliore per diffondere un libro per bambini di una rivista dedicata alla famiglia?
    Magari mando un mail alla redazione per proporlo hihihihihi...

    RispondiElimina
  14. AMOON magari come suggerivo a Roccia si potrebbe mandare una mail a Famiglia cristiana per propporre se lo mettono come allegato hahahaha...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...