domenica 18 aprile 2010

Obama ordina agli ospedali USA di riconoscere i partner gay

Spesso mi è capitato di pensare che gli omosessuali siano dei cittadini di serie B, a cui siano richiesti gli stessi doveri di tutti gli altri cittadini, ma a cui siano negati alcuni diritti, che, almeno secondo me, sono fondamentali… uno di questi è la possibilità di essere parte attiva non solo nel supporto, ma anche nel prendere decisioni inerenti al proprio compagno quando questi non sia capace di prenderne o sia ricoverato in ospedale.

Tutti ad esempio hanno paura che alla persona amata possa accadere qualcosa di brutto e tutti farebbero di tutto affinché non accada mai, ma se accade c’è un insopprimibile desiderio di potergli star vicino e di supportarlo in tutto e per tutto… questo è un desiderio naturale che nasce spontaneo, ma cosa accade se questo viene negato?

Qualsiasi parente “di sangue” ha più potere decisionale del compagno, anche se questi non lo vede più da anni o non abbia buoni rapporti con lui, solo perché esiste la consanguineità… ecco perché accade (e molto più spesso di quanto si possa credere) che il compagno venga totalmente estromesso da ogni decisione riguardante la persona che ama…


Indipendentemente da quanto in molti possano dire, sbracciandosi per affermare che non sia vero, questo è un dato di fatto che non riguarda solo la nostra arretrata Italia, ma molti, tanti, paesi al mondo.


Questa situazione è ben nota anche negli Stati Uniti dove accanto a stati che riconoscono le unioni gay concedendo determinati diritti, esistono stati in cui l’unione omosessuale non è per nulla riconosciuta, creando di conseguenza condizioni per cui passando da uno stato all’altro vi è una forte disparità di trattamento…


Di queste paure e di questi fatti se ne è ben reso conto il caro (permettetemi di usare questo aggettivo perché lo penso sinceramente) Presidente Obama che ha perentoriamente ordinato agli ospedali americani di parificare i diritti fra coppie etero e gay.


Cito testualmente da Repubblica.it: “Barack Obama ha ordinato agli ospedali americani di riconoscere i diritti delle coppie gay, permettendo al paziente di indicare il proprio partner come la persona che ha il diritto di visita e che dovrà prendere decisioni sulla sua salute. Con un ordine esecutivo il presidente americano ha così stabilito che il dipartimento della Sanità dovrà in questo modo proibire ogni discriminazione dei gay negli ospedali che ricevono sovvenzioni federali dove ora le coppie omosessuali avranno gli stessi diritti di quelle eterosessuali”.

In questo piccolo angolo del nostro pianeta chiamato Italia è solo un miraggio lontano, ma è bello sapere che da qualche altra parte nel mondo esistono situazioni così…

12 commenti:

  1. ho letto questa notizia qualche giorno fa: sono contento perchè l'america è sempre stata apripista per i diritti anche negli altri paesi. Lo so in italia sarà difficile ma non perdiamo la speranza che il vento americano soffi anche qui. Ciao, buona domenica

    RispondiElimina
  2. IO lo posso gridare forte e piano. Io sono sempre stato dalla parte di Obama e come dimostra non ha deluso. A differenza dei politici italiani che promettono e poi sbuttanano e rinnegano, lui ha le palle di prommetere e poi mantenere. Avevo letto già qualche giorno fa la notizia (credo fosse qualche giorno fa ormai perdo la cognizione del tempo) e ne sono rimasto entusiata. CMq Majin hai messo da parte il look dark per darne spazio a uno più reality? eheh ciao

    RispondiElimina
  3. In effetti AMOON la notizia è di qualche giorno fa, l'articolo che ho linkato è del 16, ma volevo riportarla comunque perchè trovo sia una gran bella conquista … poi come dici tu magari potrà essere apripista per i diritti anche nel resto del mondo (speriamo)… ciao caro e buona domenica anche a te :)

    RispondiElimina
  4. Beh FRANCESCO sono anch’io un sostenitore di Obama dalla prima ora (o quasi), anche se non si può certo dire che sia perfetto sotto ogni punto di vista è comunque migliore della maggior parte dei politicanti che si vedono in giro (ogni riferimento alla politica italiana non è puramente casuale)…
    PS si ho cambiato un po’ stile… credo che un avatar debba rappresentare chi lo usa, questo è il mio terzo avatar, il primo, quasi 5 anni fa, era un principe ranocchio, poi sono passato all’angelo solitario ed ora questo… Ciao bello e buona domenica :)

    RispondiElimina
  5. Avevo letto anch'io questa notizia qualche giorno fa. Mi fa piacere che (almeno in tutti gli Stati USA) si riconosca un diritto che personalmente ho sempre ritenuto logico, ma che effettivamente nella maggior parte del mondo non è considerato tale, dando luogo alla solita discriminazione. :(
    Anche a me piace l'operato di Obama... sembra che riesca a mantenere le promesse fatte e questa è una cosa sicuramente positiva per un politico :)
    Ciao e buona domenica! :)

    RispondiElimina
  6. Sai MUPPY a rigor di logica sembra qualcosa di ovvio, anzi di scontato, ma nei fatti non lo è... la discriminazione di suo è gia qualcosa di orribile, ma in certi momenti è ancora più crudele...
    Speriamo Obama continui su questa strada, ma sopratutto speriamo che qualcuno dalle nostre parti ne prenda esempio... Ciao caro e buona domenica anche a te :)

    RispondiElimina
  7. Piano piano si stanno facendo passi avanti... piu' verranno riconosciute le coppie gay... e piu' nel mondo questo pensiero "positivo" potra' estendersi!!! ...Speriamo!!! ..Buonadomenica anche a te...!!! :) chissa' se ti piacera' il nuovo post sul programma che faccio in palestra :p eheh KISSSS

    RispondiElimina
  8. A dire il vero, al momento non ho grossi problemi in questo senso non avendo parenti che possano intervenire nella eventualita di un malessere mio e avendo la password eventualmente per accedere in ogni reparto dove potrebbe essere ricoverato edo "sono un collega" ....così come lui. Buona domenica e baci

    RispondiElimina
  9. Io ormai non mi stupisco più di nulla. L'italia è un pessimo posto, bello come paesaggi ecc, ma come cultura e politica per carità.

    RispondiElimina
  10. Fortunatamente GUY è seggno che i tempi cambiano e per fortuna cambiano in positivo... magari prima o poi saranno "contagiati" anche i nostri politici...
    PS Mi hai incuriosito devo venire a dare un occhiatina al tuo blog :P

    RispondiElimina
  11. Beh Dino te sei fortunato, ma purtroppo la maggior parte delle persone no :( PS onestamente mi auguro che tu mai e poi mai ne possa avere bisogno... Un bacione caro e buna serata :) Ciao

    RispondiElimina
  12. RANO Sulla politica italiana c'è da stendere un velo pietoso... Mi sa che c'è poco da aggiungere... ciao bello e buona domenica :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...